• Home
  • Blog
  • Contraffazione del marchio: come evitarla
contraffazione marchi tutele

Contraffazione del marchio: come evitarla

La contraffazione del marchio è un problema piuttosto diffuso, soprattutto per i brand famosi e appetibili, ma non solo. Il vostro marchio può essere copiato per vari motivi e la contraffazione volontaria è uno di questi. Per questo motivo è importantissimo tutelare il proprio marchio, attraverso gli strumenti legali che la legislazione nazionale e internazionale ci mette a disposizione.

Vediamo allora come tutelarsi e come evitare di incappare nella contraffazione di un marchio altrui.

Come tutelarsi dalla contraffazione

Lo strumento che la legge mette a disposizione per tutelare il proprio brand è la registrazione del marchio. Se non vogliamo che qualcuno faccia un uso legittimo del nome, del logo e/o della grafica della nostra attività, dobbiamo presentare una domanda di registrazione del nostro marchio presso una Camera di Commercio locale o presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, UIBM. Per tutte le procedure necessarie vi rimandiamo al nostro approfondimento che spiega come registrare un marchio e vi invitiamo caldamente a contattarci per una consulenza: trattandosi di procedure delicate e riguardanti i vostri interessi economici, la via migliore è farvi supportare da uno studio legale specializzato come il nostro.

Solo un marchio registrato è tutelabile in caso di contraffazione. Per dimostrare che il vostro marchio sia stato usato illegittimamente da qualcun altro, è necessaria una conferma ufficiale che siate voi i titolari del suddetto marchio. Attraverso la protezione offerta dalla registrazione, potete avviare una procedura legale contro chi usa il vostro marchio in modo illegittimo e illegale.

Non dovete infine dimenticare che il marchio deve poter essere tutelato non solo in Italia, ma anche all’estero. Per poter registrare un marchio fuori dai confini nazionali, magari in Cina, la consulenza di uno studio legale specializzato è assolutamente necessaria.

Come evitare di contraffare un marchio altrui

Abbiamo visto come evitare che qualcuno utilizzi impropriamente e volontariamente il vostro marchio, ma anche voi siete tenuti a non usare marchi altrui, anche involontariamente. Prima di procedere alla registrazione del vostro marchio, ideando nome, logo e grafiche, è importante verificare che le componenti del brand siano uniche e originali, almeno nella stessa categoria in cui operate.

Un marchio può essere registrato per una o più classi di appartenenza, fissate dalla Classificazione di Nizza. Per non contraffare/copiare, seppure involontariamente, un marchio altrui è dunque indispensabile condurre una ricerca di anteriorità sui marchi già registrati nella vostra stessa classe di Nizza. Può sembrare banale, ma non è così difficile ideare un marchio simile a quelli già presenti nello stesso settore. Se anche la richiesta di deposito venisse accettata, resterebbe alto il rischio di essere accusati di contraffazione e/o imitazione. Ricordiamo che la procedura di opposizione contro un marchio nazionale può essere attivata prima ancora dell’accettazione finale della domanda di deposito: le richieste di registrazione vengono pubblicate sul Bollettino dei Brevetti per invenzioni, modelli e marchi e, entro tre mesi da tale pubblicazione, chiunque può far valere il diritto di anteriorità e opporsi al deposito.

Per non correre questi rischi, è bene dunque affidarsi a studi legali specializzati in marchi e brevetti come il nostro: non solo possiamo aiutarvi in caso il vostro marchio venga contraffatto, ma possiamo anche supportarvi nell’ideare un brand originale che non risulti l’imitazione di un altro.

Come riconoscere la merce contraffatta

Abbiamo già visto due lati della contraffazione che riguardano entrambi i titolari e gli utilizzatori dei marchi, ma c’è anche un terzo soggetto che può, suo malgrado, risultare coinvolto: l’acquirente.

A tutela di questo terzo soggetto, il Ministero dello Sviluppo Economico ha stilato un breve vademecum di consigli per riconoscere la merce contraffatta:

  1. Evitare di comprare prodotti troppo economici; un prezzo troppo basso può essere invitante ma è indice di scarsa qualità; può sembrare un’occasione e invece si compra un prodotto che non dura, e si deteriora molto prima dell’originale.
  2. Per gli acquisti rivolgersi sempre a venditori autorizzati, che offrono evidenti garanzie sull’origine della merce; diffidare di prodotti generalmente commercializzati attraverso canali ufficiali di vendita che vengono proposti per strada o sulla spiaggia da venditori irregolari, in banchetti e mercatini improvvisati, ecc.
  3. Avvalersi, prima di eseguire acquisti di rilevante valore, della consulenza di persone che abbiano maggiore conoscenza del prodotto.
  4. Controllare sempre le etichette dei prodotti acquistati (l’etichetta è la loro “carta d’identità”) e diffidare di quelli con scritte minuscole o poco chiare o privi delle indicazioni d’origine e del “marchio CE”; le etichette più corrette sono quelle che garantiscono la migliore conoscenza del prodotto: trasparenza del marchio, processo produttivo, luogo di produzione e caratteristiche.
  5. Acquistare solo prodotti in confezioni e con imballaggi integri, con il nome del produttore, assicurandosi della loro provenienza e di eventuali marchi di qualità o certificazione.
  6. Prestare cautela per le vendite effettuate “porta a porta”: se non si ricevono notizie precise sull’identità e sui recapiti (telefono, domicilio ecc.) del venditore, è possibile che si tratti di prodotti contraffatti.
  7. Porre particolare attenzione all’acquisto di prodotti proposti su internet o da programmi televisivi, soprattutto nei casi in cui non sia prevista la possibilità di prendere visione della merce prima dell’acquisto e restituirla una volta ricevuta.

Come tutelarsi dopo aver registrato il proprio marchio?

Molti utenti ritengono di essere giunti a un punto arrivo una volta conseguita la registrazione di un marchio. Purtroppo, la contraffazione è sempre dietro l’angolo, ecco perché bisognerebbe attivare degli specifici servizi di vigilanza sul proprio marchio, piuttosto che limitarsi al classico Fai-da-te, ossia navigare su Internet o sui canali social. Questi servizi legali, appositamente attivati, fanno affidamento a delle banche dati private, complete e sempre aggiornate, che grazie ad un sistema di alert segnalano, a tempo debito, la presenza di possibili marchi/loghi identici/similari, potenzialmente confliggenti. In questa maniera, si disporrà del tempo necessario per valutare, ed eventualmente intraprendere, le opportune iniziative legali nei tempi prescritti dalla normativa.

I costi per tali servizi di vigilanza risultano piuttosto abbordabili e sono compresi annualmente tra i 400 e gli 800 Euro, a seconda dei singoli Stati in cui si abbia intenzione di attivarli.

Tali servizi specialistici vengono spessi sottovalutati dagli utenti, purtroppo il rischio è quello di accorgersi tardivamente dell’avvenuta contraffazione, ossia solo dopo che è stato procurato il danno economico, oppure, solo dopo la scadenza degli strumenti legali disponibili. Di conseguenza, quantomeno a titolo informativo, suggeriamo sempre di approfondire la questione con il proprio professionista di fiducia.

Se pensate che il vostro marchio sia stato contraffatto, o volete essere sicuri di non imitarne uno già presente, non esitate a contattarci per una consulenza.

Contattaci


Inviaci una mail e Seguici su Facebook

Twitter

Contattaci


Bologna

Via Schiassi, 2 -
40138 Bologna (BO)
Tel. + 39 331 2249228.
e-mail: [email protected]
partita iva: 01588450435

Civitanova Marche

Via Berni, 7
62012 Civitanova Marche (MC)
Tel. + 39 331 2249228
e-mail: [email protected]
partita iva: 01588450435

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM