Brevettare l’invenzione oppure mantenerne il segreto?

Come è facile immaginare, non esiste una risposta valida indistintamente per tutti i possibili casi d’interesse e, quindi, capace di rispondere indistintamente al quesito:”Brevettare l’invenzione oppure mantenerne il segreto?” e, quindi,” . Infatti, bisogna, infatti, analizzare e valutare previamente la portata della propria idea innovativa, i possibili e prevedibili sbocchi e sviluppi commerciali, l’interesse che la stessa potrebbe suscitare tra i competitors nel proprio segmento di mercato ed, ovviamente, il proprio budget disponibile. Brevettare un’invenzione significa che la stessa debba essere mantenuta riservata prima del possibile deposito italiano, europeo ed extra-europeo, per evitare che terzi soggetti possano accaparrarsene ed avvantaggiarsi della suddetta, a scapito del legittimo inventore.

Come iniziare?

Preliminarmente, risulta strategico verificare lo stato attuale della tecnica, sincerandosi che il requisito di novità sia soddisfatto. A tal proposito, l’esame e l’analisi approfondita delle banche dati brevettuali possono venirci in aiuto, per valutare il possibile e successivo investimento brevettuale nei Paesi d’interesse attuale e/o potenziale.

Conviene brevettare?

Non sempre risulta conveniente e, quindi, non sempre risulta consigliabile brevettare la propria idea inventiva. Di conseguenza, può valer la pena mantenere la propria idea segreta e, quindi, non divulgarla con il deposito da un brevetto (si veda ad esempio al formula per la realizzazione della bevanda Coca-Cola, oppure le numerose ricette culinarie). In altri casi, il mancato investimento nel deposito di un brevetto potrebbe rivelarsi irrimediabilmente dannoso per il proprio core-business, infatti, il vantaggio competitivo che ne potrebbe derivare rispetto ai diretti concorrenti potrebbe svanire, qualora tutti vengano a conoscenza e, quindi, beneficino liberamente dell’apporto innovativo della nostra ideazione ed invenzione.

….. e dopo, che succede?

Altro aspetto strategico, certamente da non sottovalutare, è quello di avere la reale disponibilità di mettere in produzione e commercializzazione la propria idea innovativa. Infatti, sulla base della nostra esperienza, risulta difficoltoso promuovere con successo la propria idea innovativa presso i terzi soggetti, in previsione di una possibile cessione con il relativo conseguimento di un congruo corrispettivo. Di conseguenza, brevettare la propria invenzione senza avere la prospettiva di poterla concretamente metterla in commercio, oppure senza avere già un possibile acquirente, potrebbe inevitabilmente disattendere le proprie aspettative.

Quindi, come devo muovermi?

Sulla base della nostra esperienza e consolidata esperienza professionale, sconsigliamo di avventurarsi nell’attività di brevettazione, senza aver previamente acquisito tutte le necessarie informazioni da fonti certe ed aver condotto tutte le necessarie verifiche che ci consentano sia di decidere sulle sorti della propria idea innovativa sia di investire a ragion veduta. Infatti, a titolo d’esempio, molti utenti ci contattano, chiedendoci di brevettare delle idee che non possiedono i requisiti previsti dalla normativa, che risultano confliggenti con le idee già divulgate e note allo stato attuale della tecnica: Infatti, quest’ultime si risolvono, spesso e volentieri, nell’adattamento al proprio core-business di un semplice procedimento per realizzare un prodotto. Purtroppo, tali presunte idee innovative non sono brevettabili e, quindi, non sono meritevoli di tutela legale esclusiva da parte dell’Ufficio Brevetti.

Qualora l’utente lo desideri, può contattarci ai nostri recapiti e può sottoporci il caso d’interesse. L’Ufficio Brevetti Marchi sarà lieto di fornire una dettagliata e mirata consulenza gratuita per individuare lo strumento e l’investimento più adatto alle proprie esigenze di business.

    Privacy Policy

Contattaci


Inviaci una mail e Seguici su Facebook

Contattaci


Bologna

Via Schiassi, 2 -
40138 Bologna (BO)
Tel. + 39 331 2249228.
e-mail: info@ufficiobrevettimarchi.it
partita iva: 01588450435

Civitanova Marche

Via Berni, 7
62012 Civitanova Marche (MC)
Tel. + 39 331 2249228
e-mail: info@ufficiobrevettimarchi.it
partita iva: 01588450435

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM