registrare-un-marchio

L’istituto Dove Nascono Gli Stilisti Famosi

Uno dei progetti più impegnativi che abbiamo avuto il piacere e l’onore di seguire è certamente quello della tutela del brand di un noto Istituto di Moda, noto da molti anni a livello internazionale. Vista l’ampia diffusione geografica di cui gode tale Istituto, è risultato certamente arduo riuscire a registrare un marchio nei vari Paesi interessati.

Qual è la mission dell’Istituto?

Una nuova metodologia d’apprendimento e di formazione professionale, altamente specialistica, che consente un mirato apprendimento delle tecniche sartoriali di moda a tutti i partecipanti. Dei corsi full-time, intensivi, sia in aula sia presso aziende di moda, permette di conseguire una formazione permanente, trampolino di lancio per la successiva attività professionale nel segmento di mercato. Il brand che contraddistingue tale Istituto coincide con il cognome del fondatore, quindi, la registrazione di un marchio patronimico possiede senza dubbio dalle peculiarità da tenere in previa considerazione.

Quali le difficoltà incontrate per tutelare questo brand?

Visto che il marchio è costituito da poche lettere, si sono riscontrate delle anteriorità ostative in alcuni Paesi, come in India, nella Federazione Russa ecc., visto e considerato che oltre all’attività di formazione, l’Istituto si occupa anche delle relative pubblicazioni, riviste ecc. Di conseguenza, registrare marchio ha dovuto superare alcune azioni ufficiali, emesse dai locali Uffici Marchi, vista la presenza di cognomi simili che, quantomeno, tutelano dei segmenti di mercati simili a quello del core-business del nostro assistito. Quindi, si è reso necessario, da un punto di vista tecnico-legale, valutare degli accordi di coesistenza con i titolari dei marchi anteriori, effettuare delle limitazioni merceologiche, oltre a verificare che alcune delle anteriorità risultavano non rinnovate, quindi, non più ostative.

Un caso particolare che abbiamo dovuto affrontare

Un capitolo a parte lo merita il Messico, dove l’attività è risultata complessa e dove si è dovuto pazientare non poco, prima di poter procedere con la registrazione marchio. Infatti, il partner locale del nostro assistito aveva provveduto anni orsono a tutelare il brand per proprio conto, del quale ne beneficiava come se fosse di sua esclusiva titolarità. Constatata la criticità, abbiamo collaborato alla cessione e, poi, successiva trascrizione del brand alla “casa madre”. Tale attività che ha comportato una certa attesa, visto le lungaggini ministeriale del locale Ufficio Marchi, ha poi consentito di provvedere al deposito delle brand attualmente in uso, senza il rischio di ricevere delle obiezioni/contestazioni che avrebbero potuto invalidare il brand.

Cosa significa avere un brand mondiale?

Innanzitutto un’attenta previsione dei costi, ossia di quanto costa registrare un marchio, trattasi pur sempre di un investimento, quindi, i costi/benefici devono risultare nel corso degli anni un valore su base crescente. Secondariamente, bisogna selezionare con cura i singoli Paesi strategici, visto che la contraffazione è sempre “dietro l’angolo” e bisogna poi sottoscrivere degli appositi accordi di partnership con i referenti locali, per evitare sgradite sorprese. Infine, un attento monitoraggio ed un’attività di intelligence su quello che accade concretamente sul mercato d’interesse e nei database dei marchi, per prevenire possibili criticità e/o contenziosi che potrebbero rivelarsi onerosi e di difficile risoluzione.

Contattaci


Inviaci una mail e Seguici su Facebook

Twitter

Contattaci


Bologna

Via Schiassi, 2 -
40138 Bologna (BO)
Tel. + 39 331 2249228.
e-mail: [email protected]
partita iva: 01588450435

Civitanova Marche

Via Berni, 7
62012 Civitanova Marche (MC)
Tel. + 39 331 2249228
e-mail: [email protected]
partita iva: 01588450435

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM