marchio-registrato

La corsa al brand del momento

Uno dei fenomeni che abbiano visto crescere nel corso degli anni è quello della ricerca del “brand del momento”, vale a dire un dato avvenimento che vede protagonisti noti personaggi dello spettacolo, dello sport, del jetset in generale, che si rendono protagonisti di varie tipologie di performance, vediamone gli aspetti salienti.

Alcuni esempi concreti    

In occasione della partita di champions Juventus Real Madrid, il portiere Buffon rivolgendosi all’arbitro, proferiva le seguenti parole:”al posto del cuore hai un bidone di immondizia”. Visto l’effetto e l’impatto immediato rimbalzato sui canali social, numerosi soggetti hanno tentato nell’immediatezza di registrare un marchio. In tale ipotesi, chiaramente colui che si è rivelato più rapido nel depositare la domanda di marchio, si è poi assicurato il risultato agognato. Esempi come questi sono oramai all’ordine del giorno, visto l’effetto immediato che producono sulle persone, per la serie ognuno confida di avere un “momento di gloria”.

Quanto investirci in questi progetti?

Diciamo che l’effetto mediatico ha il suo picco massimo nelle prime settimane, a ridosso dell’evento che ha visto protagonista la celebrità, poi, inevitabilmente, verrà accantonato dal successivo evento, ecco perché potremmo non avere una piena coincidenza tra la notorietà iniziale del brand del momento e la sua validità decennale, quindi, paradossalmente, avere conoscenza di quanto costa registrare un marchio potrebbe non risultare l’attività d’interesse principale, visto che tale tipologia di brand lentamente e progressivamente perderà il suo appeal, quindi, difficilmente sarà oggetto di un successivo rinnovo decennale.

A chi possono servire questa tipologia di brand?

A nostro avviso, trattasi di un brand “mordi e fuggi”, che non rispecchia la caratteristiche standard del brand tradizionale. Di conseguenza, l’attività di registrazione di un marchio per questa tipologia di marchio potrà essere adottata poche volte, magari all’inizio della propria attività commerciale, per farsi conoscere al grande pubblico, e ritagliarsi la propria fetta di mercato. Riteniamo risulti sconsigliabile adottare questa strategia nel lungo periodo, non solo perchè verrebbe snaturato la funzione del marchio, ma anche perchè tali investimenti non risulterebbero ottimizzati, per le ragioni suesposte.

Conclusioni

Riteniamo che questa moda della registrazione marchio del momento possa persistere nel corso degli anni avvenire, visto che “l’effetto fotocopia” tra gli operatori dei vari settori sembra ancora “vivo e vegeto”, oltre al fatto che i social rappresentano oramai un punto fermo nella nostra vita quotidiana. Suggeriamo di muoversi con estrema rapidità, qualora si voglia adottare questa tipologia di brand, infatti, la competizione risulta particolarmente alta, non solo tra i cittadini della stessa nazione d’appartenenza. In aggiunta, consigliamo di rivolgersi a degli Studi specializzati in grado di effettuare, prontamente, una ricerca mirata per le banche dati, visto che “il secondo arrivato” nell’attività di deposito del marchio potrebbe andare incontro ad un’opposizione intentata da parte del primo depositante, rivelatosi, a conti fatti, il più lesto ad ottenere l’esclusiva legale presso il Ministero oppure l’Ufficio Comunitario.

Contattaci


Inviaci una mail e Seguici su Facebook

Twitter

Contattaci


Bologna

Via Schiassi, 2 -
40138 Bologna (BO)
Tel. + 39 331 2249228.
e-mail: [email protected]
partita iva: 01588450435

Civitanova Marche

Via Berni, 7
62012 Civitanova Marche (MC)
Tel. + 39 331 2249228
e-mail: [email protected]
partita iva: 01588450435

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM