registrare-un-marchio

Il verbale di deposito di un marchio registrato

Molti utenti dimostrano non poche incertezze di fronte al verbale d’avvenuto deposito del proprio marchio. Vediamo di sgombrare il campo da possibile confusione che si può creare caso di specie.

A cosa serve il verbale d’avvenuto deposito del marchio?

Il verbale, rilanciato dal Ministero dello Sviluppo Economico, attesta sia l’inizio dell’iter di registrazione di un marchio sia che il marchio risulta già valido ed efficace in esclusiva. Di conseguenza, tale documento è valido ed efficace a tuti gli effetti di legge, perché la normativa concede l’efficacia giuridica esclusiva fin dalla data di deposito del marchio.

Deposito vs. registrazione

Non si deve sottovalutare la tutela dell’avvenuto deposito del marchio, per la serie non si deve cadere nell’errore che il solo marchio registrato risulti valido ed efficace. Infatti, a differenza di altri paesi, ad esempio la Cina, in Italia abbiamo già modo di godere e beneficiare dei correlati diritti d’esclusiva, senza dover necessariamente aspettare la data di registrazione.

Da dove nasce la confusione?

La confusione nasce dal fatto che all’utente può risultare che il marchio depositato sia sospeso, per la serie un marchio di serie B, ecco perché chiariamo sempre che, avendo già condotto la previa ricerca di similitudine d’anteriorità e, avendo conseguito esiti positivi e confortanti, il marchio depositato equivale, a tutti gli effetti, alla registrazione marchio. Infatti, sarà impossibile ricevere delle obiezioni e contestazioni, visto e considerato che la previa ricerca ha già dissipato qualsivoglia dubbio in merito.

Il solo deposito del marchio risulta già un investimento ottimizzato?

La risposta è affermativa, infatti, dopo aver tentennato inizialmente sul prendere la decisione, soprattutto per tutti coloro che basano la propria scelta sul solo quanto costa registrare un marchio, gli utenti possono già godersi i benefici dell’avvenuto deposito del proprio marchio, senza dover obbligatoriamente attendere le lunghe tempistiche ministeriali per l’emissione della concessione.

Conclusioni

Tutto quanto ciò considerato, quindi, non bisogna certamente fossilizzarsi sulle tempistiche del registrare un marchio, infatti, il deposito non risulta una tutela a metà del proprio brand, ma un’efficacia piena e completa a tutti gli effetti. Il disporre del verbale di deposito risulta di fondamentale importanza, infatti,  con lo stesso è possibile difendersi da possibili contraffazioni, essere legittimati ad assumere iniziative di contrasto nei confronti di terzi soggetti ed attestare l’esclusiva della quale già si gode, senza limitazione alcuna. Di conseguenza, confermiamo la strategicità del verbale d’avvento deposito che, consigliamo di conservare con la massima accuratezza del caso.

Summary
Il verbale di deposito di un marchio registrato
Article Name
Il verbale di deposito di un marchio registrato
Description
Molti utenti dimostrano non poche incertezze di fronte al verbale d’avvenuto deposito del proprio marchio. Vediamo di sgombrare il campo da possibile confusione che si può creare caso di specie.
Author
Publisher Name
Ufficio Brevetti Marchi

Contattaci


Inviaci una mail e Seguici su Facebook

Twitter

Contattaci


Bologna

Via Schiassi, 2 -
40138 Bologna (BO)
Tel. + 39 331 2249228.
e-mail: [email protected]
partita iva: 01588450435

Civitanova Marche

Via Berni, 7
62012 Civitanova Marche (MC)
Tel. + 39 331 2249228
e-mail: [email protected]
partita iva: 01588450435

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM