Marchio-Registrato

Anche Gli Chef Oramai Hanno Il Proprio Brand

Nel corso degli ultimi anni si è visto un crescente interesse e seguito per i format televisivi attinenti alla cucina, dove i concorrenti si sfidano tra i fornelli e si cimentano a riproporre note ricette italiane. Di conseguenza,  il logo registrato ha acquisito una nuova e più ampia visibilità tra gli addetti ai lavori e non solo.

La moda dei format della cucina

Noti chef oramai si sono calati nei panni dei conduttori televisivi e tengono quotidianamente compagnia ai telespettatori di ogni fascia d’età. Visto il nuovo ruolo pubblico assunto, gli chef hanno compreso che non possano oramai più prescindere dal registrare un logo che li identifichi al meglio nel variegato panorama televisivo. Infatti, gli chef conduttori si sono letteralmente moltiplicati, per la serie cimentarsi in questo nuovo ruolo oramai è diventato un vero e proprio must.

Come stare al passo con i tempi?

Assunto il ruolo di personaggio pubblico a tutti gli effetti, si è diventato imprenditore di sé stessi, ossia l’intrattenimento e la presentazione del proprio personaggio vanno oramai di pari passo con le abilità culinarie. Sulla base di queste premesse, registrare logo rappresenta il proprio biglietto da visita, il proprio C.V. televisivo che potrà decretare il successo o meno del programma e la permanenza sugli schermi per gli anni avvenire.  Infatti, diversi illustri chef sono orami più impegnati e presenti televisivamente piuttosto che nei propri locali di ristorazione. Inoltre, scontato dire che la riconoscibilità acquisita sugli schermi ha giovato agli affari dei loro ristoranti, per la serie la gente ha cominciato a prenderli d’assalto dopo averli cominciati ad amare e conoscere sullo schermo.

Nuove opportunità di lavoro per tutti?

I nuovi format hanno creato anche opportunità per i giovani, desiderosi di crearsi una carriera professionale nella ristorazione. Infatti, gli chef hanno aperto delle vere e proprie scuole e laboratori di cucina, con la registrazione di un logo ed hanno selezionato nuovi apprendisti che potranno un giorno, magari, entrare a far parte di note cucine nazionali ed internazionali. La lunga scia del format televisivo ha certamente creato un volano per l’economia nell’ambito enogastronomico, nuove opportunità professionali possono nascere per le nuove leve giovanili.

Gli chef hanno deciso di investire nel proprio logo

Appurato dell’opportunità che si è presentata e del nuovo mercato che si è aperto, gli chef hanno cominciato a prendere coscienza di quanto costa registrare un logo, visto che tale investimento oramai risulta imprescindibile. E’ scontato dire che quanto più cresca la notorietà del personaggio televisivo, tanti più sarà consigliabile investire nel proprio logo, sia in ambito internazionale sia creando sempre nuovi concept grafici per poter stare al passo con i propri competitors. Lo chef deve ragionare oramai come un imprenditore di sé stesso, quindi, deve mettere in campo tutti gli strumenti legali e non che gli consentano di non ritrovarsi con dei gap competitivi che possano relegarlo nell’anonimato professionale.

Oramai le abilità culinarie non sono più sufficienti ad assicurare un futuro roseo per questi professionisti, i tempi si son evoluti verso questa direzione, quindi, consigliamo di assumere per tempo tutte le informazioni e tutte le iniziatiche che possano non pregiudicare le opportunità professionali che potrebbero presentarsi nel corso della propria carriera lavorativa.

Registrare logo

Perché è necessario registrare logo per evitare qualsiasi inconveniente?

Il logo è il segno distintivo del marchio, dell’azienda, del prodotto o del servizio offerto da un fornitore. Quali sono i vantaggi reali che si ottengono con la registrazione del logo? Vale la pena di farlo?

Proprietà del marchio

Il sistema legale riconosce quale proprietario di un logo chi ne ottiene la registrazione. In questo modo, otterrete la proprietà esclusiva del marchio e, da quel momento in poi, potrete disporne liberamente secondo le vostre esigenze e finalità commerciali. Registrare logo concede al registrante il diritto di impedire a chiunque di utilizzare un marchio identico o che risulti confusorio con il proprio.

Trasferimenti e licenze d’uso del marchio

La proprietà del logo conferisce il diritto di poterlo vendere ai terzi, nell’ambito di un trasferimento dell’avviamento o tramite una licenza una tantum, garantendo all’acquirente la legalità del trasferimento ed evitando così la responsabilità per il venir meno della vendita dei beni di un’altra persona o per i quali si abbia un diritto di proprietà per un determinato periodo di tempo.

Aumento del valore dell’azienda

I loghi sono dei beni personali che, come tali, possono essere oggetto di una valutazione da parte di un esperto. Il valore di un marchio può essere inserito nella contabilità dell’azienda e questo può avere come vantaggio la possibilità di ottenere un finanziamento o una maggiore quantità di denaro nell’ipotesi in cui si decida di vendere l’azienda.

Valore dell’asset intangibile

Il valore del logo può avere un impatto significativo sulla determinazione del prezzo di mercato e risulta essere un fattore decisivo per la formazione della propria clientela, in quanto consente all’azienda di consolidare la fedeltà dell’utente o del consumatore attraverso il ricordo dell’identità dei prodotti.

L’assistenza di un professionista

Si raccomanda vivamente una consulenza professionale in questo settore. Uno professionista specializzato dispone degli strumenti tecnici necessari per determinare le possibilità di registrazione del logo e del marchio che viene scelto, confrontandolo con quelli che sono già registrati nella stessa classe merceologica delle attività, accompagnando il titolare durante il procedimento, in modo che il marchio venga concesso dall’Autorità competente.

Il professionista si occuperà della cura del logo, assicurando che loghi simili non siano già stati registrati, il che potrà allontanare i clienti dall’a zienda. L’agenzia pubblicherà il logo in modo che qualsiasi terzo che lo ritenga con sufficienti diritti possa opporsi alla sua registrazione.

Conclusione: durata della protezione

La registrazione del logo conferisce la titolarità del marchio ed una protezione valida per un periodo di 10 anni e potrà essere rinnovata alle stesse condizioni entro la scadenza. Il richiedente del registrare logo deve fornire un indirizzo verificato, in modo che l’agenzia possa inviare le informazioni pertinenti all’indirizzo effettivo come verificato dal sistema.

Consiglio professionale: è consigliabile avviare il processo di registrazione del logo al momento del lancio del prodotto/servizio sul mercato, in quanto la crescita dell’azienda sarà sempre legata al vostro logo, evitando così di ritrovarsi nell’indesiderata ipotesi in cui dover affrontare le richieste avanzate dai terzi relative all’utilizzo di un logo non registrato.

Brand-identity: quanto vale il logo?

Ogni giorno invitiamo i nostri clienti a metterci in contatto prontamente con il loro logo designer, società di comunicazione ecc., per un immediato confronto a “quattro mani”. Infatti, quello che succederà al momento della registrazione logo verrà senza dubbio influenzato dalla previa avvenuta creazione grafica. Di conseguenza, al fine di evitare spiacevoli fraintendimenti per il Cliente (perdita dell’investimento sostenuto, perdita di chances di business, ritardi dannosi ecc.), suggeriamo sempre di creare il cosiddetto brain-storming dei professionisti che ci assistono nel progetto grafico e nell’ottenimento della brand-identity.

Freelancer o web-agency?

Per registrare logo ci si può affidare a dei Freelancer, trovati magari online, visti i numerosi network oramai esistenti. In questa maniera, si potrà anche risparmiare, allineandosi al proprio budget disponibile. Discorso deverso se si deve ideare e realizzare delle massicce campagne di comunicazione e pubblicitarie per poter “lanciare il prodotto” sul mercato di riferimento. In tale ipotesi, chiaramente ci si dovrà affidare a delle web-agency affermate ed articolate, dove ogni singolo professionista specializzato dovrà coordinarsi con l’altro per la migliore riuscita del progetto. Risulta evidente che, in tale ipotesi, si parla di un budget non di qualche centinaia di Euro ma, di diverse migliaia di Euro.

Il valore del logo

Alla luce di ciò, arriviamo alla fatidica domanda: quanto costa registrare un logo? Per molti clienti la risposta è ancora da ricercarsi nell’idea di quanto sono disposti a pagare per un bene che è immateriale, che non è regolamentato da un preciso mercato, come invece possono essere gli elettrodomestici, le automobili, le abitazioni ecc. Di conseguenza, è inevitabile che, spesso e  volentieri, si maturi un’idea che il logo abbia un valore modesto.

Ci capita poi di gestire, per conto dei nostri clienti e a distanza di anni, la cessione degli stessi loghi verso i terzi soggetti, dopo che i loghi hanno certamente maturato un certo avviamento commerciale, frutto di investimenti e sacrifici sostenuti nel corso degli anni. Le richieste dei nostri clienti per la cessione sono ovviamente commisurate al valore che sia soggettivamente sia oggettivamente tali loghi hanno maturato, per aver individuato e contraddistinto in esclusiva una fonte imprenditoriale negli anni d’attività. Di conseguenza, il costo del logo non può essere certamente messo sullo stesso piano di quello che è il valore del logo.

C’è un prezzo giusto da pagare per un logo?

Appurato e compreso quanto sopra, si potrà ora ricercare il professionista che si “adatti meglio alle proprie tasche” e quello che faccia al caso nostro, sia per competenza, affidabilità, esperienza ecc. Qualora il requisito ed il parametro del quanto costa registrare un logo risulti di vitale importanza, allora consigliamo di navigare sui network, italiani ed esteri, presenti online, per poter effettuare una comparazione facile ed intuitiva dei prezzi praticati dai vari Freelancer presenti sulle piattaforme. Non siamo soliti influenzare i nostri clienti, indicandone una piuttosto che un’altra, restiamo eventualmente disponibili a fornire suggerimenti in base a quelle che potrebbero essere le specifiche esigenze manifestate da ogni singolo Cliente che non possono, quindi, essere messe tutte sullo stesso piano.

Portfolio del designer

Uno strumento solitamente molto utile per poter giudicare un creativo è il proprio Portfolio. In buona sostanza, prima di creare e poi poter registrare logo, è indicato visionare e studiare con estrema attenzione i loghi già creati dal designer, per desumerne la quantità, la qualità, in quali ambiti di business abbia cimentato o meno la propria creatività. Il Portfolio è un indice, una sorta di galleria d’arte virtuale, una vetrina dove imparare a conoscere il designer d’interesse, per poi prenderci eventualmente contatto diretto. Ricordiamo che ci troviamo di fronte a degli artisti a tutti gli effetti, quindi, risulta di fondamentale importanza la reciproca conoscenza, la presentazione del proprio concept/idea da realizzare. Suggeriamo sempre di indicare al designer che il concept grafico verrà poi finalizzato verso la registrazione logo in ambito locale oppure internazionale. Inoltre, riteniamo che non risulti mai consigliabile “dare carta bianca” al grafico, per la serie è certamente giusto che l’estro creativo si sviluppi liberamente ma, pur sempre nell’ambito di un concept ben definito ed individuato. Infatti, il rischio è quello che il creativo non riesca a percepire con chiarezza quello che è il vostro progetto e quello che andrete poi a comunicare ai vostri consumatori finali.

registrare logo

Perché dovresti registrare logo del ristorante?

Un ristorante può essere considerato come una piccola impresa, così come l’attività d’alta scala in base alle vendite. Allestire un ristorante può essere facile, ma guadagnare clienti di qualità che lo visitano più e più volte risulta difficile. Quando si hanno dei clienti e della roba buona da mangiare, risulta poi quasi obbligatorio ottenere che il vostro business venga registrato. La maggior parte dei nuovi proprietari dei ristoranti si chiedono perché?

Beh, ci sono molte ragioni che possono sorprendere dietro di esso, come pure quella di farvi preferire di registrare logo per ottenere la tutela.
  1. Nessuno può copiare

Quando un ristorante sta andando bene in città, allora le possibilità che molte altre aziende possano copiarlo risultano più alte. Cercheranno di aprire una nuova filiale senza nemmeno comunicarlo, utilizzando lo stesso logo in una città diversa. Quando si tratta di aprire il nuovo ristorante in altre città con lo stesso logo, si affrontano dei problemi.

Quando si è registrati, non c’è modo che qualcuno possa copiarlo. È possibile archiviare la tutela ed ottenere la modifica del logo. E’ la scelta migliore e si può sicuramente contare su di essa. Tenete a mente che il vostro logo non dovrebbe essere riconducibile ad un qualsiasi altro marchio popolare, altrimenti non sarà possibile utilizzarlo.

  1. Benefici futuri

Un marchio è stato progettato per il futuro e vi salverà dai problemi imminenti. Semplicemente scegliendo una società che sia specializzata nella registrazione dei loghi, sarà possibile diminuire i problemi ed ottenere facilmente un futuro salvaguardato. Quindi, risulta essere una scelta saggia come state ora considerando questi servizi.

Le catene dei ristoranti più popolari sanno che non vogliono essere copiate da nessuno. Anche se qualcuno registra il logo prima di te, allora costerà una buona somma di denaro poterlo contestaree. Si possono scegliere degli avvocati e spendere un grosso ammontare di denaro a causa di questo motivo.

  1. Il nome del marchio

Registrare il nome risulta più importante quando si sceglie anche di registrare logo , allora si dovrebbe chiedere loro anche il nome. Tutti sono pronti a rubare l’attività di altri e copiare un logo, questa è la cosa più semplice che si possa fare.

I ristoranti di solito hanno diverse catene e se state spendendo velocemente, allora la registrazione vi aiuterà a liberarvi di ogni singolo problema. Si può provare ora ed usufruire degli incredibili vantaggi. Se il marchio è registrato, allora concentratevi su di esso prima di qualsiasi altra cosa.

  1. Diritti commerciali

Il marchio è dotato di tutta una serie di diritti che consentono di vendere il prodotto in futuro. Il marchio deve essere idoneo e la registrazione sarà necessaria per poter iniziare. E’ comune spendere tonnellate di denaro per il ristorante e per le attrezzature, ma con l’aiuto della registrazione vi sentirete sicuri e pronti ad aumentare le filiali.

Se la vostra attività cambia, non pensate che i diritti saranno disponibili, qualora vogliate usare lo stesso nome. Sarà necessario farlo registrare di nuovo ed i diritti potranno essere modificati anche a causa della diversa tipologia di business. Quindi, non dovete commettere questi errori, altrimenti potrà rivelarsi un problema in futuro per la vostra azienda.

Contattaci


Inviaci una mail e Seguici su Facebook

Twitter

Contattaci


Bologna

Via Schiassi, 2 -
40138 Bologna (BO)
Tel. + 39 331 2249228.
e-mail: [email protected]
partita iva: 01588450435

Civitanova Marche

Via Berni, 7
62012 Civitanova Marche (MC)
Tel. + 39 331 2249228
e-mail: [email protected]
partita iva: 01588450435

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM

Fai una Domanda

Compila la tua richiesta:
l'Ufficio risponderà il prima possibile.
VAI AL FORM